Stampa 3D con misure accurate

La stampa FDM riserva spesso delle sorprese, riguardo alla accuratezza delle misure degli oggetti stampati. Cosi, come conseguenza, due oggetti che dovrebbero poter essere assemblati tra loro, o accoppiarsi, rivelano delle tolleranze eccessive, e l’assemblaggio risulta impossibile.
Generalmente questo non dipende dalle caratteristiche della macchina, o almeno si può verificare che anche in una macchina “precisa” le tolleranze risultino eccessive. Per colpa delle ritrazioni alle quali il materiale, che ha subito riscaldamenti e raffreddamenti repentini, è soggetto. Ad esempio, l’ABS ha un ritiro medio di circa il 4%.
Fortunatamente nel caso della Raise3D, il software consente di effettuare degli aggiustamenti, che consentono di compensare i ritiri del materiale.

Il procedimento per eliminare l’effetto dei ritiri, o quantomeno ridurlo a livelli accettabili, è semplice. E’ necessario stampare un cubo di riferimento, con dimensioni note (es. 20x20x20 mm), e misurarlo dopo la stampa con uno strumento accurato (es. calibro).
Successivamente, all’interno di IdeaMaker, nel menu Printer–>Printer settings sarà possibile modificare i valori di compensazione per gli assi X e Y per contrastare gli effetti del fenomeno di ritrazione.

I valori normalmente cambiano da filamento a filamento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *